Dai fiumi al lago con gli autori Attilio Giorgio Mutti e Cesare Salandini

Un viaggio tra i fiumi, le colline Moreniche e il lago di Garda. Questo era l’intento, pienamente riuscito, degli autori Attilio Giorgio Mutti e Cesare Salandini che hanno presentato, nella nostra sede di Vobarno, un loro lavoro in videoproiezione. Il viaggio fotografico tra la flora e la fauna della nostra zona parte dal fiume Chiese, nella zona delle colline Moreniche, dove, finita la Valle Sabbia, il corso d’acqua è più aperto e largo nel suo alveo. Si prosegue poi lungo le rive del fiume Mincio, ai confini con il mantovano, per scoprire particolari specie di uccelli acquatici. Infine si approda al lago di Garda con la sua vasta biodiversità di animali e particolari tipi di vegetazione. A seguito della proiezione è seguito un dibattito sullo stato attuale delle nostre acque messe a dura prova da inquinamento e scarichi industriali abusivi. Una serata molto interessante sia dal punto di vista fotografico che ambientale. Il circolo coglie l’occasione per ringraziare i due autori intervenuti.

RIC-5040
« 1 di 7 »

Concorso interno, portfolio: protagonisti i temi attuali nei primi tre classificati

Con la serata dedicata al tema portfolio si chiudono, per il 2018, gli appuntamenti con i concorsi interni riservati ai soci. Giudice di questa serata è stato il socio Andrea Biondo che, ad inizio mese, ha tenuto una serata di “ripasso” sul portfolio, sul suo significato e sul modo ottimale per comporlo.

Dopo un’attenta lettura dei 7 portfolio partecipanti al concorso, a cui si sono aggiunti anche consigli per migliorare e sviluppare ulteriormente alcuni dei lavori presentati, è stata stilata la classifica dei primi tre lavori premiati. Sul podio sono saliti lavori che hanno affrontato tematiche molto attuali e divenute, purtroppo, protagoniste quotidiane di tutti i notiziari.

Al primo posto si è piazzata Sabrina Piscedda con il portfolio dal titolo “Violenza sulle donne“. Il tema è, purtroppo, molto attuale e l’autrice è riuscita ad esprimerlo al meglio con immagini potenti e chiare nel trasmettere il loro messaggio.

 

Al secondo posto il socio Riccardo Podavini con il lavoro “Rosa”. Questo lavoro affronta il tema della solitudine delle persone anziane, spesso malate, che restano sole.

 

Al terzo posto la socia Mariarosa Lombardi con il lavoro “Mare d’inverno”. Il porfolio vuole trasmettere l’idea di qualcosa che è finito, lasciando spazio alla pace e alla contemplazione del vuoto.

 

I nostri complimenti a tutti i partecipanti al concorso e ai primi tre premiati. Un ringraziamento al nostro giudice Andrea Biondo che ci ha seguiti e guidati con pazienza e competenza sull’argomento portfolio.

Incontro con l’Associazione Gian Butturini: sulle orme del famoso fotoreporter bresciano

Giovedì 22 novembre presso la nostra sede si è svolto l’incontro con l’autore con l’Associazione Gian Butturini. Gian Butturini (1935-2006) è stato uno dei più conosciuti ed apprezzati fotoreporter bresciani. In una targa, posta nel luogo in cui è nato, si legge “fotografo sensibile e autentico che ha varcato confini geografici e culturali per prestare il proprio sguardo e il proprio obiettivo a popoli e uomini offesi nella loro dignità”. Durante la serata, condotta dal figlio Tiziano, sono stati presentati due libri del fotografo bresciano: “Daiquiri” e, uno forse dei più famosi, “London by Gian Butturini”. Durante la serata sono state proiettate immagini dei due reportage e visionati dei video che presentano le attività dell’associazione.

Maggiori informazioni si possono trovare sul sito web dell’associazione www.gianbutturini.com

« 1 di 13 »

Ottimo successo per la serata di incontro con l’autore Rossella Giacomelli

Ha riscontrato un ottimo successo la serata dello scorso giovedì 25 ottobre con l’autrice Rossella Giacomelli. La serata prevedeva una prima parte di videoproiezioni ed una seconda parte di mostra di stampe. Le videoproiezioni hanno spaziato dal tema del viaggio, con bellissimi reportage dai paesi del nord Europa, fino ad arrivare a slideshow più brevi ma carichi di ricerca personale dell’autrice sui più disparati temi. Interessante l’uso della doppia esposizione per il portfolio sui propri genitori per replicare fotografie storiche e per la ricerca sul tema degli adolescenti vicini al passaggio  alla maggiore età ed esprimere, con questa tecnica, i loro pensieri, dubbi, problemi. Un’ottima serata di condivisione e confronto sulla fotografia.

20181025_211438
« 1 di 9 »